se faccio imparo meglio, se capisco ricordo per sempre

Il programma didattico della BES è fondato su un metodo conosciuto come “costruttivismo”.


Alla base della pedagogia costruttivista c’è la comprensione e la conoscenza del mondo attraverso le esperienze dirette e la riflessione successiva fatta in classe.

Come funziona in pratica? La conoscenza si costruisce insieme: quando gli alunni si trovano di fronte a una nuova conoscenza vengono invitati a riflettere, connettere, valutare, confrontare le nuove informazioni con quelle che già conoscono. Consultano fonti differenti e, man mano, diventano creatori attivi del proprio sapere, non destinatari passivi di nozioni tratte dai libri di testo o ricevute dall’insegnante.Per costruire il nuovo sapere, gli studenti devono porre domande, esplorare e riflettere su quanto hanno appreso.
In classe, il metodo costruttivista si concretizza in attività che coinvolgono direttamente gli alunni in esperienze pratiche e intellettuali con esperimenti ed esercizi connessi al mondo reale. Gli alunni, successivamente, riflettono e discutono di tali attività con i propri compagni per verificare come il proprio pensiero stia cambiando.
L’insegnante svolge il ruolo di facilitatore, valutando i punti di vista preesistenti e guidando l’attività in modo da affrontare le idee sostenute dagli studenti e costruire su queste idee nuove conoscenze. Il programma basato sulle Unità d’Indagine prevede esercizi di problem-solving nei quali l’insegnante incoraggia gli alunni a formulare e mettere alla prova le idee, trarre conclusioni e deduzioni e, infine, comunicare le nuove conoscenze.